Progetto videogiochi

Molti bambini della nostra classe giocano ai videogiochi. Per questo noi, della classe 5^C, abbiamo deciso di riflettere insieme sulle opportunità e i rischi che, giocando con questi strumenti, comporta.

Abbiamo realizzato così, un questionario sull’uso dei videogiochi che è stato sottoposto in forma anonima ad alcuni adulti, ragazzi e bambini. Con i dati raccolti abbiamo creato un Power Point, inserendo in percentuale i risultati ottenuti dai questionari. Successivamente abbiamo incontrato la psicologa Angela Bianco del Centro per Vittime di Casalecchio di Reno per parlare dei rischi sull’abuso dei videogiochi e degli hikikomori (termine che si riferisce a chi ne è dipendente). Insieme a lei, abbiamo creato un volantino mettendo per iscritto tutti i rischi del troppo gioco, i sintomi e alcune alternative di svago.

In conclusione, elenchiamo una serie di opinioni sul lavoro svolto da parte dei nostri compagni di classe:

  • L’argomento che abbiamo affrontato è diverso dalle altri classi, originale, importante e utile;
  • Ci ha fatto capire l’importanza di stare insieme invece che isolarsi con i videogiochi;
  • È servito per farci capire le controindicazioni e i rischi che ne comporta l’abuso;
  • Il videogioco non deve diventare un’abitudine;
  • Abbiamo capito che se i videogiochi vengono usati male potrebbero causare disturbi e dipendenza.

Abbiamo scoperto insieme che ci si può divertire in gruppo anche con i cosiddetti giochi di “cortile”.

Siamo molto  contenti di aver partecipato a questo progetto!

Nessun commento lasciato

Lascia una risposta