Accoglienza fra compagni

Partendo da un testo che ci era stato dato, dal titolo “Punti di vista”, dopo tante riflessioni, disegni e scenette, la nostra classe, la VB Calamandrei, ha scelto l’argomento “Immigrazione, accoglienza e multiculturalità”.

Tutto era partito Martedì 7 Novembre 2017, quando nel lavoro del gruppo dei Puma, un ragazzo che faceva parte di quel gruppo ha raccontato a tutti un fatto successo a suo padre tempo fa: vicino al campo coltivato di sua proprietà c’era una casa d’accoglienza e a volte gli immigrati ospiti della casa andavano a rubare la frutta (in realtà poi il padre si era chiarito con i responsabili e gli episodi non si sono più ripetuti).

Intanto il tema si era spostato sull’argomento Accoglienza: si stava parlando di quando due bambini sono arrivati nella nostra classe; tutti pensavano che la bambina fosse scatenata siccome ha un nome strano e parlava in un modo strano visto che non è bolognese ma napoletana; riguardo al bambino, invece, si pensava fosse straniero, visto il suo nome. Invece non è per niente vero: lei è tranquilla e lui è italianissimo!

Ci siamo resi conto che c’erano un sacco di pregiudizi all’interno della nostra classe, così abbiamo creato un questionario da sottoporre a tutti i ragazzi delle classi quinte della scuola. In tutto hanno risposto 84 alunni/e, dando un risultato incoraggiante., che potete vedere in questo PowerPoint; tutti hanno concordato il titolo definitivo ACCOGLIENZA.

Tutta la classe ha contribuito con grande impegno: Sara ad esempio ha fatto il power point e Riccardo ha cercato musiche adatte al tema, dell’autore Alan Walker, identificando un paio di titoli, Faded e Superhero.

Purtroppo non sempre c’è un lieto fine: lo scorso anno un nostro compagno di classe ha cambiato scuola per doversi motivi, ma noi forse non lo abbiamo aiutato abbastanza per sentirsi completamente accolto.

Nessun commento lasciato

Lascia una risposta