Il CCR al Consiglio Comunale Congiunto

Lo scorso 23 maggio si è tenuto il Consiglio Comunale Congiunto, un appuntamento ormai consolidato in cui le classi del CCR dalla quinta elementare alla terza media hanno presentato agli adulti i progetti e le attività realizzate nel corso dell’anno scolastico.

Il CCR è un progetto formativo e di cittadinanza attiva che si basa su un forte lavoro di squadra al quale hanno partecipato , oltre agli insegnanti, ai dirigenti scolastici e tanti soggetti presenti sul territorio, anche 13 classi di cui 6 della scuola primaria e 7 della scuola secondaria di primo grado F.Francia.

A fine ottobre si sono tenute le elezioni e da novembre a maggio 5 sedute del CCR dove abbiamo approfondito e sviluppato le proposte dei ragazzi; nel frattempo si è svolto il consueto percorso con le IV della scuola primaria per la conoscenza del Comune e delle sue attività, al quale hanno partecipato 9 classi.

Quest’anno hanno collaborato con noi:

  • la cooperativa Tatami e l’associazione Esecreando;
  • la dott.ssa Angela Binaco del centro per le Vittime di Casalecchio di Reno;
  • il centro Sociale Pertini, il gruppo “Mettiamoci in gioco” dello SPI-CGIL di Zola Predosa;
  • l’associazione AIAS di Bologna, il prof. Dallari – docente dell’università di Trento e alunno di Piero Bertolini;
  • le volontarie del Servizio Civile Nazionale Elena Colliva e Silvia Melcarne;
  • la tirocinante universitaria Arianna Ferrillo.

Nella prima parte dell’anno scolastico, attraverso un lavoro collettivo che ha coinvolto tutte le classi, abbiamo realizzato il “Manifesto dei punti di vista”, i quali volantini sono stati consegnati a tutto il Consiglio Congiunto, che contiene i messaggi più importanti emersi dalle classi e le parole chiave identificate come le più significative; c’è chi ha messo in scena episodi di vita quotidiana in cui i diversi punti di vista si incontrano o si scontrano, altri che hanno cercato parole chiave o atteggiamenti positivi per una buona convivenza fra punti di vista diversi, altri che hanno puntato la loro attenzione sulla città ed altri ancora che hanno allargato il loro sguardo a tutto il mondo.C.C.R. MANIFESTO

Tra tante proposte i ragazzi hanno scelto un titolo “Indifferenti alla differenza” volendo esprimere il fatto che per loro al contrario degli adulti non esistono distinzioni di razza, religione e quant’altro tra esseri umani.

Di seguito mostriamo una sintesi dei progetti presentati al consiglio raggruppati per aree tematiche che potete trovare in maniera più approfondita nei vari articoli sul sito del CCR con le varie documentazioni fotografiche e multimediali.


PROGETTI SUI PUNTI DI VISTA


I progetti realizzati in questo gruppo sono stati:

  1. Diversi punti di vista in famiglia. La classe VC Calamandrei ha fatto delle interviste, incontrato una psicologa esperta sul tema e prodotto un vademecum sull’uso consapevole dei videogiochi.
  2. Accoglienza fra compagni. La classe VB Calamandrei è partita da alcuni episodi accaduti in classe per indagare il tema dell’accoglienza fra pari e ha prodotto dei decaloghi per una buona accoglienza.
  3. Incontro/confronto fra diverse generazioni. Due classi, VA Calamandrei e IIF Francesco Francia, hanno incontrato gli anziani frequentatori del centro Pertini e si sono confrontati con loro sulla storia e sulla città.
  4. Incontro con persone provenienti da altri paesi. La IIA delle Francesco Francia ha letto e rappresentato un libro sulla storia di un profugo e ha poi incontrato una ragazza da poco arrivata a Zola e un ragazzo rifugiato che vive nella nostra città.

PROGETTI PER MIGLIORARE LA NOSTRA SCUOLA O LA NOSTRA CITTÀ


Altre classi hanno lavorato su qualche aspetto che volevano migliorare nella loro scuola o nelle città:

  1. Progetto Ricordando Piero. Le classi VA e VB Bertolini hanno lavorato sulla vita di Piero Bertolini, pedagogista a cui è intitolata la scuola di Riale, e hanno realizzato all’interno della scuola una linea del tempo sulla sua vita.
  2. La nostra biblioteca. La VD Calamandrei ha lavorato sulla biblioteca della loro scuola rendendola più bella e fruibile, riordinando i libri e realizzando delle letture animate per i bimbi più piccoli.
  3. Sondaggio sui luoghi d’incontro per ragazzi. I ragazzi della IF F.Francia hanno voluto conoscere i luoghi d’incontro presenti sul territorio per i ragazzi per poterli utilizzare meglio e farli conoscere ai coetanei.

PROSECUZIONE DI UN PROGETTO REALIZZATO NEGLI SCORSI ANNI


Altre, infine, hanno scelto di portare avanti in un’ottica di continuità alcuni progetti avviati gli scorsi anni:

  1. Continuità con le scuole primarie. I ragazzi della IE Francesco Francia ha realizzato una presentazione multimediale della scuola per presentarla ai bambini delle classi quarte per facilitare il loro ingresso nella scuola secondaria di primo grado.
  2. Francesco Francia’s got talent. La classe IIIF Francesco Francia ha organizzato un pomeriggio di festa al Centro Torrazza dove tanti ragazzi della scuola secondaria di primo grado si sono esibiti in bellissime performance artistiche.
  3. Buu al bullismo. Per mantenere viva l’attenzione sul tema del bullismo, la IIE F.Francia ha realizzato un cortometraggio sul tema del bullismo e fatto incontri di volontariato presso l’AIAS.

PROGETTO DEL SALUTO


Infine un progetto che sta molto a cuore del CCR e a cui tante classi ogni anno lavorano è “La giornata del saluto”, ossia una giornata dedicata a questo semplice ma prezioso gesto.

Non ci resta che ringraziare i ragazzi per averci riservato momenti emozionanti e coinvolgenti ricchi di significato e spunti di riflessione, dimostrando la loro capacità di promuovere il cambiamento, favorire il consolidamento di comportamenti corretti e responsabili e di atteggiamenti civili rispettosi delle regole.

Nessun commento lasciato

Lascia una risposta